Matteo Piloni/ Comunicati stampa, Documenti, Rassegna stampa/ 2 comments

E INTANTO NEGLI OSPEDALI DI CREMONA E CREMA VENGONO RIDOTTI I POSTI LETTO RISPETTIVAMENTE DI 126 E 84 UNITÀ.

Il Governo ha sbloccato la possibilità di assumere personale negli ospedali. Bene, ma non benissimo! Per
sanare la grave carenza di personale Regione Lombardia ha a disposizione “solo” 15 milioni mentre, per ammissione dello stesso Gallera, per rimediare alla grave carenza di personale delle aziende sanitarie ne servirebbero 41.
Questo significa che si potranno solo tamponare le emergenze ma non si risolverà certo la cronica carenza di medici che sta mettendo in ginocchio interi reparti ospedalieri, anche nelle Asst di Cremona e Crema che, a causa della carenza di medici, vedranno ridotti di 126 unità a Cremona e 84 a Crema il numero di posti letti per l’estate.
Alcuni addirittura fino al 30 settembre.
Una riduzione preoccupante che si somma alle difficoltà di alcuni reparti, come otorinolaringoiatria e ortopedia a Cremona, per i quali chiederò spiegazioni all’assessore Gallera con l’obiettivo di mettere risorse per i nostri ospedali.

2 Comments

  1. la carenza di medici dipende dal numero chiuso delle iscrizioni a medicina e specializzazioni che non è stato aggiornato negli ultimi 12 anni. oggi c’è una sola soluzione: consentire ai medici laureati ma non specializzati di lavorare in ospedale o strutture ove non siano soli. altrimenti sarà il disastro

    1. Ciao Giuseppe. Hai totalmente ragione. Proprio x questo abbiamo proposto alla regione di “impiegare” gli specializzandi, ed è stata accolta. Ora attendiamo che si concretizzi. Ciao matteo

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*