Matteo Piloni/ Comunicati stampa/ 0 comments

Una nota che integri il Documento di economia e finanza 2019 di Regione Lombardia per “salvare” la Pac, il sistema della politica agricola europea che garantisce i contributi ai coltivatori e allevatori lombardi. L’ha presentata, questo pomeriggio, in VIII Commissione Agricoltura, Matteo Piloni, consigliere regionale del Pd, ed è stata recepita: “Abbiamo chiesto che venga allegata come risoluzione una raccomandazione che tuteli complessivamente i fondi della Pac e, nonostante non condividiamo le linee strategiche del Defr, siamo comunque soddisfatti che la maggioranza abbia accolto la nostra fondamentale aggiunta”.

Quasi una dimenticanza, secondo il consigliere Pd: “Ho emendato e integrato una proposta di raccomandazione da inserire nel parere al Defr che eravamo chiamati a votare. In questa modifica ho chiesto di specificare meglio l’importanza della Pac, ritenuta una delle politiche europee più rilevanti per la strategicità dell’agricoltura a livello Ue, ma soprattutto ho chiesto che l’invito al presidente e alla Giunta regionali, da parte della Commissione, a continuare l’azione di presidio attivo nei confronti del Governo e delle istituzioni europee non si limiti al taglio dei fondi destinati all’Italia solo per l’anno 2021, ma sia complessivamente rivolto a tutto il Quadro finanziario pluriennale, anche valutando un incremento delle quote di cofinanziamento”.

Parlando di numeri, il plafond per l’Italia è pari a 3,56 miliardi di pagamenti diretti e 1,27 per lo sviluppo rurale. Rispetto al 2020, ultimo anno di programmazione 2014-2020, vengono tagliati 140 milioni sui pagamenti diretti e 230 milioni sullo sviluppo rurale per un complessivo taglio di 370 milioni di euro causato dalla riduzione del budget per la Pac, appunto, in seguito al passaggio dal vecchio al nuovo Quadro finanziario pluriennale.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*