Matteo Piloni/ Comunicati stampa, Documenti, eventi e incontri pubblici (report e materiali), Politica del territorio e sul territorio, Rassegna stampa/ 0 comments

TRENI. SEMPRE PEGGIO!
Stamattina nelle stazioni di Cremona, Soresina, Castelleone, Crema e Capralba sulla linea Cremona-Treviglio, si sono tenuti presidi e volantinaggi organizzati dal Partito Democratico nell’ambito di una mobilitazione regionale sul trasporto ferroviario. In tutte le stazioni erano presenti anche alcuni amministratori locali del partito, come gli assessori di Cremona e Crema Luca Burgazzi, Simona Pasquali, Cinzia Fontana e Fabio Bergamaschi, il sindaco di Capralba Damiano Cattaneo e altri consiglieri comunali del territorio che si sono confrontati con i pendolari sui tanti disagi che quotidianamente devono affrontare e sulle proposte per poter migliorare il servizio di Trenord. Alla stazione di Crema era presente il consigliere regionale Matteo Piloni, che ha così spiegato il senso di questa iniziativa: “Anche oggi ritardi e cancellazioni che hanno causato forti disagi ai pendolari che sono saliti sui treni, e ai tanti che hanno rinunciato preferendo l’auto o il bus. Arrivando tardi a scuola e al lavoro, con tutto ciò che ne consegue. Domani (giovedì 127 ottobre) l’assessore regionale ai trasporti e l’amministratore di Trenord (entrambi in quota Lega) saranno presenti in commissione trasporti per aggiornare il consiglio regionale sulla situazione del servizio ferroviario lombardo. In quell’occasione porterò i racconti e le parole dei tanti pendolari che ho incontrato questa mattina. Purtroppo ho visto con i miei occhi tante persone rinunciare a prendere il treno ed essere costretti a ripiegare con mezzi propri o sugli autobus, oltre al fatto che sempre meno pendolari si recano in stazione a prendere il treno. Alla faccia degli investimenti sul trasporto pubblico! Una vera vergogna, questa situazione è intollerabile.
E Trenord? Domani ascolteremo in Regione i loro numeri, ma se l’obiettivo è disincentivare l’uso del treno sulle linee della nostra provincia ci stanno riuscendo perfettamente. Anche perchè per i pendolari il servizio è addirittura peggiorato rispetto al 2017.
Quello che si percepisce, al di là dei numeri di Trenord in merito alla puntualità, è che non si voglia investire sulle linee della nostra provincia, forse perchè non abbastanza “remunerative”.
Al contrario noi chiediamo che i due nuovi treni in arrivo a novembre siano proprio messi su queste linee, che sono tra le peggiori della Regione. E che si segue con attenzione il piano manutenzione di Rfi per quanto riguarda la messa in sicurezza dell’infrastruttura, passaggi a livello compresi. E’ questo che chiediamo alla Regione. Il tempo degli annunci è finito: servono fatti e provvedimenti concreti da parte di Regione Lombardia e RfiI per garantire un servizio che funzioni, con treni puntuali e sicuri. 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*