Matteo Piloni/ Comunicati stampa/ 0 comments

Il consigliere regionale del Pd Matteo Piloni venerdì ha presentato una interrogazione con risposta scritta al presidente Attilio Fontana e all’assessore ai Trasporti Claudia Terzi in merito al raddoppio della linea ferroviaria Cremona-Crema-Treviglio.
“Vorrei sapere se il confronto con Rfi, tanto caldamente e pubblicamente auspicato dal presidente Fontana durante la sua visita a Cremona il 9 giugno scorso, si sia mai svolto e, se sì, con quali esiti, soprattutto per la realizzazione del raddoppio della linea Cremona-Crema-Treviglio, opera necessaria per il nostro territorio nell’ottica di rafforzare il trasporto e la mobilità su ferro” dice Piloni che nel documento chiede anche di conoscere “quali siano, complessivamente, gli interventi di raddoppio delle linee ferroviarie a binario singolo inserite nella programmazione, nonché lo stato dell’arte in merito alla rispettiva progettazione e realizzazione”.

“La linea Cremona – Crema – Treviglio – prosegue Piloni –  a partire dal 2019, è stata interessata da significativi
interventi di manutenzione straordinaria, quali il rinnovo dei binari nella tratta Crema-Treviglio, per
circa 20 km, e nella tratta Cremona-Crema, per circa 40 km, il rinnovo dei deviatoi, il restyling della
stazione di Cremona, l’installazione di sistemi tecnologici per la protezione dei passaggi a livello,
l’upgrade tecnologico del sistema di distanziamento dei treni, per un importo complessivo di oltre
72 milioni di euro. Per non dimenticare i lavori avviati per il sottopasso di santa Maria e quelli in procinto di essere avviati per la messa in sicurezza della stazione.
Ad oggi non sono stati svolti, invece, interventi di raddoppio della linea ferroviaria in questione, né vi
è notizia di un’eventuale programmazione in merito da parte di RFI”.

“Chiediamo infine alla giunta lombarda se e in quale misura intenda utilizzare gli stanziamenti del Pnrr al fine di implementare la programmazione dei raddoppi ferroviari e, in particolare, su quali linee ferroviarie”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*