Matteo Piloni/ Comunicati stampa, La settimana in Consiglio/ 0 comments

Il raddoppio ferroviario Mantova-Cremona-Codogno è inserito nel Piano delle Infrastrutture e dei Trasporti “Italia Veloce”, allegato al Programma Nazionale di Riforma, con il quale in Governo punta a rilanciare il Paese. Si tratta, infatti, di uno progetti identificati come prioritari dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per il quale sarà nominato un commissario che si occuperà di seguire direttamente i lavori, e che ci auguriamo consenta di accelerarne la realizzazione.
Una buona notizia per il nostro territorio, e che evidenzia la strategicità e l’importanza dell’intervento per il quale il Governo si impegna a proseguire il lavoro iniziato.

Il raddoppio consentirà un incremento della capacità di trasporto sulla tratta, la velocizzazione della linea ed il conseguimento di una maggiore sicurezza, grazie alla soppressione di 57 passaggi a livello, superando così i ripetuti disagi per i pendolari, spesso conseguenti ai rallentamenti e alle fermate dei convogli in attesa dell’incrocio del treno proveniente dalla direzione opposta.

Per quest’opera sarà nominato un commissario. E’ una decisione che, ci auguriamo, possa accelerarne la realizzazione. Ricordiamo, inoltre, i lavori già avviati da RFI di messa in sicurezza della rete della linea Cremona-Crema-Treviglio ed il progetto del sottopasso ferroviario a Crema, con contestuale riqualificazione della stazione prevista per il prossimo anno. Un’opera che farà bene a tutta la linea. Sempre sul versante cremasco dobbiamo tenere alta l’attenzione sui lavori di raddoppio della Paullese, in capo a Città metropolitana. Adesso attendiamo risposte anche dalla Regione in merito al collegamento veloce Mantova-Cremona. Il Governo ha fatto la sua parte. Ora tocca alla Giunta Fontana.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*